TWITTER

giovedì 24 gennaio 2013

Lanciato il primo atlante mondiale sulle energie rinnovabili in open access.

                                                               FONTE NOTIZIA
Traduzione di Vincenzo Barbato
L'Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA) ha lanciato il primo atlante al mondo sulle energie pulite, che offrirà un accesso aperto alle informazioni sul potenziale delle energie rinnovabili nei vari paesi della Terra, tramite dati e mappe donati dai principali istituti tecnici e privati di tutto il mondo, attualmente dispone di grafici su risorse solari ed eoliche, ma si espanderanno verso altre forme di energie rinnovabili tra il 2013 e il 2014". 
L'atlante è disponibile su www.irena.org/GlobalAtlas/  
Questo, servirà per aiutare anche le aziende in cerca di nuovi mercati in cui investire.
"Nel prossimo decennio, ci aspettiamo un enorme aumento degli investimenti nel settore delle energie rinnovabili.  Il Global Atlas ci aiuterà a prendere le decisioni giuste", ha dichiarato Martin Lidegaard, ministro del clima danese e dell'energia, che ha presieduto all'evento. 
 
Adnan Amin, direttore dell'IRENA ha confermato inoltre che entro il 2014 l'atlante comprenderà informazioni sulla bio-energia, l'energia geotermica e l'energia marina. "Il Global Atlas fornisce un nuovo potente strumento per potenziare gli sforzi internazionali nel raddoppiare la quota mondiale di energia generata dalle rinnovabili entro il 2030" intorno al 30% con un mix energetico globale.
Trentasette paesi, tra cui Israele, che non ha relazioni diplomatiche con gli Emirati Arabi Uniti, hanno finora contribuito a fornire informazioni sulle loro potenzialità energetiche.
Fondata nel 2011 ad Abu Dhabi, l'IRENA è inserita in 159 paesi e l'Unione Europea promuove l'uso sostenibile di tutte le forme di energie rinnovabili. L'incontro si è presentato come parte della Settimana della sostenibilità ad Abu Dhabi, che comprende il Future Energy Summit,  il Vertice Internazionale dell'Acqua e la Conferenza internazionale per le energie rinnovabili.

Nessun commento:

Posta un commento

Perché transizione culturale?

IL DIFFICILE MOMENTO DI CRISI MONDIALE, DOVUTO ALL'AUMENTO ESPONENZIALE DI : DEBITO/DISOCCUPAZIONE/SVILUPPO TECNOLOGICO/CONSUMO/INQUINAMENTO, PORTANO FINALMENTE L'UMANITÀ AD UNA ESIGENZA CONSAPEVOLE DI UN CAMBIAMENTO SOCIALE
L'ENORME SVILUPPO DI NUOVE TECNOLOGIE ECO SOSTENIBILI, DALL'ACRONIMO RBEM (MODELLO ECONOMICO BASATO SULLE RISORSE ), INSIEME ALLE NUOVE SORGENTIOPEN SOURCE (LICENZE LIBERE PER SVILUPPARNE I PROGETTI), FANNO SEMPRE PIÙ FIORIRE L'INTERESSE COLLETTIVO DI UNA NUOVA CULTURA GLOBALE.
L'IMPEGNO DI TUTTI, E' DI TOTALE INDISPENSABILITÀ PER COLLABORARE SENZA PIÙ COMPETERE.
Fausto Govoni

condividi

IL POTENZIALE GEOTERMICO MONDIALE

Siamo tutti vittime del "familismo amorale"

CONTATORE DEBITO PUBBLICO ITALIANO

FEDERICO PISTONO "cervello in fuga alla silicon valley"

Dichiarazione delle iniziative del Movimento Zeitgeist